Errore chirurgia mastoplastica

Errore chirurgia mastoplastica

Errori nella Mastoplastica
In controtendenza con la maggior parte dei paesi occidentali, in Italia si registra un aumento della domanda di interventi di mastoplastica, in particolare di quella additiva (volta ad aumentare delle dimensioni del seno).
Come ogni altro tipo di intervento chirurgico, la mastoplastica, ove non eseguita a regola d’arte, può comportare alla paziente una serie di danni fisici, quali infezioni o lesioni che impongano la necessità di subire un successivo intervento. Se il chirurgo plastico ha commesso errori durante o dopo l’intervento e tali errori siano stati la causa diretta di una lesione fisica, potresti aver diritto a vederti risarcire i danni, sia economici che fisici, scaturenti da tale lesione.

Contro chi deve essere rivolta la richiesta di risarcimento?

Nel caso in cui sia configurabile un ipotesi di negligenza i soggetti responsabili sono, contemporaneamente:
– il chirurgo (o lo staff che ha effettuato l’intervento chirurgico), il quale potrà rispondere per non aver correttamente informato il paziente in ordine ai rischi connessi con l’intervento e/o per errori commessi durante o dopo l’intervento medesimo.
– la struttura sanitaria (ospedale o clinica) presso la quale la paziente si è rivolta.

Per quali lesioni posso chiedere un risarcimento?

Le lesioni più comuni che possono scaturire da errori commessi nel corso di un intervento di mastoplastica additiva sono le seguenti:
Cicatrici e anomalie della pelle
“Sgonfiamento” dell’impianto
Infezioni nell’area dell’impianto
Reazione allergica nel tessuto circostante il materiale dell’immpianto
Oltre al danno fisico, possono essere risarciti altri tipi di danni?

In aggiunta al danno biologico, il soggetto leso ha diritto a vedersi risarcire anche i danni di seguito elencati:
Lucro cessante (perdita di reddito) – Se a causa dei danni subiti non hai potuto hai perso delle chance di guadagno perché, in caso di lavoro autonomo, non hai potuto lavorare o, in caso di lavoro subordinato, sei stato licenziato per superamento del periodo di comporto, avrai diritto ad un risarcimento parametrato al reddito che avresti percepito nel caso in cui la lesione non si fosse verificata.
Spese mediche – Sono risarcibili tutte le spese sostenute per servizi sanitari non offerti dal Servizio Sanitario Nazionale.
Spese per riabilitazione – Il trattamento non si interrompe nel momento in cui si lascia l’ospedale.

Ottieni assistenza per ottenere il risarcimento danni

Nome Cognome *

Indirizzo

Città *

E-mail *

Telefono/Cell. *

Dettagliata descrizione caso *


Autorizzo privacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *