Emorragia spinale – Errori medici e risarcimento danni

Emorragia spinale

L’emorragia spinale epidurale è una patologia che presenta un evidente sanguinamento

nella cavità tra la superficie interna delle pareti del canale vertebrale e il sacco durale della colonna vertebrale e che forma un ematoma.

I sintomi si manifestano con un dolore radicolare intensivo con sanguinamento, e comportano disturbi neurologici della colonna vertebrale tra cui:

paresi, ipoestesia e disfunzione pelvica.

Quali sono le cause?

L’emorragia spinale è definita tale quando si forma del sangue nello spazio epidurale, e precisamente tra il sacco durale e le pareti del canale spinale.

E’ associata al trauma della colonna vertebrale ed è quindi detta traumatica. I casi rimanenti sono invece attribuibili ad emorragie spontanee.

L’emorragia epidurale traumatica tuttavia non è superiore allo 0,75% di tutte le lesioni del midollo spinale.

In giovane età, a causa dell’aumentata mobilità della colonna vertebrale, questo

sanguinamento può verificarsi in assenza di lesioni ossee, dislocazioni di vertebre, traumi dalla nascita, ferite da arma da fuoco e lesioni spinali.

La causa dell’emorragia epidurale spontanea può essere stabilita solo nel 10% dei casi,

con un trattamento eseguito da specialisti nel campo della neurologia, neurochirurgia e traumatologia.

I fattori di rischio

Il sanguinamento spontaneo della colonna vertebrale è causato da anomalie del sistema di coagulazione come ad esempio emofilia, trombocitopenia, trattamento

anticoagulante, vene varicose dello spazio epidurale, ipertensione e anomalie vascolari nello spazio epidurale.

Questi fenomeni includono anche aneurismi, fistole artero-venose, malformazioni cavernose e anomalie venose.

Le malformazioni vascolari sono tuttavia considerate tra le cause più comuni dell’emorragia spinale, provocano danni al vaso epidurale e possono generare

ipertensione nelle vene della cavità, con un forte aumento della pressione intra-addominale o intratoracica.

I fattori emorragici si presentano anche in casi in cui si cuciono vene epidurali con il periostio del canale vertebrale.

In questa situazione, quando si verifica l’eccessiva mobilità della colonna vertebrale e

l’aumento dell’attività fisica soprattutto nei pazienti con grave lordosi, le vene si mettono in tensione provocando il danno.

Tuttavia è doveroso sottolineare che un carico eccessivo sulla colonna vertebrale e un’elevata mobilità, come ad esempio quando si praticano degli sport estremi, possono

scatenare un’emorragia epidurale, nonostante l’assenza di fattori vascolari preesistenti. Inoltre va aggiunto che anche la sciatica è causata dall’irritazione delle

radici spinali che perdono sangue nello spazio epidurale.

Dopo alcune ore (a volte minuti) il dolore diminuisce, ma si nota una debolezza progressiva che comporta la diminuzione del tono muscolare, disturbi sensoriali

conduttivi, riduzione simmetrica dei riflessi tendinei e del periostio. Il disturbo della funzione pelvica è caratterizzato invece da incontinenza urinaria.

Come intervenire in presenza di emorragia spinale?

Diagnosticata principalmente dalla risonanza magnetica della colonna vertebrale, il

trattamento dell’emorragia spinalenella maggior parte dei casi è chirurgico e consiste nella laminectomia e nell’aspirazione di un ematoma.

La terapia può precedere l’operazione, oppure rivelarsi idonea in caso di evoluzione positiva del processo.

L’esito del trattamento dipende tuttavia da alcuni fattori legati principalmente all’età

del soggetto; infatti, nei pazienti con più di 40 anni si verifica nell’epidurale lombare sacrale un sanguinamento, mentre in quelli sotto i 40 nel cervicale e toracico.

Gli esami clinici specifici sono in questo caso la risonanza magnetica o la Tac della colonna vertebrale.

La risonanza magnetica è il metodo più informativo, perché consente di visualizzare l’ematoma epidurale e di differenziarlo da altre emorragie subaracnoidee, e può

determinare il grado di compressione del midollo spinale e identificare i segni di compressione della mielopatia.

La Tac invece può essere eseguita se l’eliminazione dell’ematoma epidurale viene

effettuata mediante aspirazione intrauterina, e i risultati sono in gran parte subordinati ad una diagnosi precoce e al grado di compromissione neurologica.

Il trattamento conservativo viene in genere eseguito con un intervento chirurgico,

mentre quello curativo nei casi in cui il paziente è stato portato in ospedale nelle ultime fasi della malattia e ha notato una marcata regressione del deficit neurologico.

Tuttavia va detto che il riassorbimento degli ematomi confermati da una successiva

Tac sono indicazioni utili per un trattamento conservativo, qualunque sia lo stato del sanguinamento spinale.

Nei disordini pelvici, vengono invece eseguiti il cateterismo vescicale e la profilassi

dell’infezione urogenitale. Il risultato di questi interventi in presenza di emorragia spinale epidurale è subordinato invece alla rapida rimozione dell’ematoma.

Come e perché trattare tempestivamente un’emorragia spinale

L’emorragia spinale si deve trattare tempestivamente, poiché i danni generati da un

ritardo diagnostico o un mancato trattamento medico potrebbero indurre a gravi conseguenze come ad esempio paresi, disturbi sensoriali e pelvici.

I soggetti che presentano una patologia del genere, vanno quindi sottoposti

immediatamente ad un intervento chirurgico atto a rimuovere il coagulo di sangue dal midollo spinale.

L’operazione può avvenire tramite una laminectomia,ovvero un intervento che rimuove

le lamine vertebrali consentendo di raggiungere il punto dove l’emorragia è localizzata, in modo da ridurre la compressione del midollo spinale e delle radici spinali.

Questa tipologia di intervento è comune anche nei casi in cui ci sono sintomi conclamati di ernia al disco e stenosi spinale.

Ottieni assistenza per ottenere il risarcimento danni

Nome Cognome *

Indirizzo

Città *

E-mail *

Telefono/Cell. *

Dettagliata descrizione caso *


Autorizzo privacy

Ti potrebbe interessare anche:

Danni da By-pass alle Coronarie

Ernia del disco – Errore medico per errato intervento o diagnosi

Infiltrazioni epidurali di steroidi – Benefici ed errori medici

Rachicentesi – Possibili errori del medico e risarcimento

Ascesso epidurale spinale – Danni per malasanità

Laminectomia – Errore medico per errato intervento

Cauda Equina – Trattamento, diagnosi errata ed errore medico

Epilessia – Danni per diagnosi errata o errato trattamento

Encefalite – Danni per diagnosi errata o errato trattamento

Chirurgia plastica del viso – Lifting

Risarcimenti-Online.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *